Biodigestore Isola del Cantone: impianto incompatibile con il rispetto della normativa

Area di intervento Isola del Cantone
Data: 
26/09/2018

Con l’atto dirigenziale n. 1827 del 14.09.2018 Città Metropolitana di Genova ha denegato l’autorizzazione unica per l’impianto di produzione di energia elettrica alimentato da biogas derivante da digestione anaerobica della frazione organica dei rifiuti nel Comune di Isola del Cantone richiesta dalla società Energa S.r.l.

L’iter procedimentale si svolge nel rispetto dei principi di semplificazione mediante la procedura della Conferenza dei Servizi convocata dalla Città Metropolitana; ad esso partecipano i rappresentanti di tutte le Amministrazioni competenti al rilascio degli assensi e degli atti necessari per la realizzazione e l’esercizio dell’impianto. Lo scorso 20 marzo si è tenuta la Conferenza dei Servizi durante la quale RFI (Rete Ferroviaria Italiana) non ha concesso la deroga alla distanza dalla sede ferroviaria per l’impianto, ricadente in parte all’interno della fascia di rispetto della ferrovia.

L’impianto, nell’assetto proposto, è pertanto risultato incompatibile con il rispetto del D.P.R. 753/80, che stabilisce le distanze minime di alcune tipologie di impianti o depositi dalla sede ferroviaria con conseguente improcedibilità dell’istanza presentata da Energa S.r.l.

Simone Ferrero, Consigliere della Città Metropolitana con delega all’Ambiente ha seguito fin dal suo insediamento con estrema attenzione l’iter della pratica. Il Consigliere Delegato, ha dichiarato di essere soddisfatto per la serietà, correttezza e trasparenza nello svolgimento della procedura amministrativa e di questo si congratula con la Dott.ssa Ornella Risso e con tutto il personale degli uffici. Purtroppo l’iter procedimentale è stato lungo e tormentato e questo è stato un aspetto negativo sia per il territorio sia per la società proponente Energa S.r.l.