Acqua: agevolazioni tariffe

Agevolazioni Tariffe Acqua

Esistono alcune categorie di utenti (aziende o privati) che possono richiedere agevolazioni tariffarie per l’utilizzo dell’acqua potabile.

Norme generali per l’utilizzo delle tariffe agevolate
L’utente presenta la richiesta alla Società Operativa di gestione (S.O.T.).
La S.O.T. verifica che la richiesta sia correttamente e integralmente compilata e la inoltra all’Ente di Governo dell’Ambito Territoriale Ottimale Centro - Est della Città Metropolitana di Genova inserendola nell’apposita sezione del sito.
La durata dell’autorizzazione è a tempo indeterminato.
All’utente sarà applicata la tariffa in vigore, stabilita dalla Città Metropolitana, per l’uso assentito.
L’utente è obbligato a comunicare all’Ufficio d’Ambito A.T.O. Centro - Est e alla Società Operativa Territoriale eventuali variazioni dei requisiti di ammissibilità richiesti al momento del rilascio dell’agevolazione tariffaria.
L’utente è obbligato a comunicare all’Ufficio d’Ambito A.T.O. Centro - Est ogni anno il pagamento della seconda rata dei contributi previdenziali, qualora dovuti, anche mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione (solo per tariffe agricole, zootecniche e uso frantoio).

L’Ufficio d’Ambito A.T.O. Centro - Est della Città Metropolitana di Genova verifica tale documentazione, dopo averla ricevuta dal Gestore Operativo e autorizza o nega il rilascio delle agevolazioni. Inoltre l’A.T.O. si riserva di verificare, anche mediante “sopralluoghi”, il possesso dei requisiti dichiarati, provvedendo, qualora ricorrano le condizioni, a pronunciare la decadenza dell’uso autorizzato e a comunicarlo alla Società Operativa Territoriale competente.
La dichiarazione di decadenza dell’uso autorizzato, per false o tardive dichiarazioni, comporta, oltre le sanzioni penali, civili e amministrative di legge, la revoca della fornitura, oltre all’addebito del maggior importo dovuto, dato dall’applicazione della tariffa “uso diverso” per i consumi accertati dalla data di perdita dei requisiti.

Richiesta Tariffa per utenze deboli - Bonus idrico

A decorrere dall’ 1 luglio 2018 è possibile richiedere un bonus sociale volto a ridurre la spesa del Servizio di Acquedotto di soggetti in condizioni di disagio economico e sociale. Tale Bonus consente di non pagare un quantitativo minimo a persona per anno. Il quantitativo è stato fissato in 50 litri al giorno per persona (18,25 mc di acqua all’anno), corrispondenti al soddisfacimento dei bisogni essenziali.
Oltre al suddetto bonus nazionale, la Città Metropolitana continua a mettere a disposizione il bonus idrico integrativo per il comprensorio dell’Ente di Governo d’Ambito Centro Est e a decorrere dall’ 1 gennaio 2018 il medesimo è erogato direttamente del gestore del servizio e gestito secondo le direttive già in vigore per il Bonus elettrico e gas.
Le istanze per entrambi i Bonus vanno presentate al Comune di riferimento.

Richiesta tariffa Comunale/Metropolitana

La tariffa in questione, in vigore dal 01/01/2016, è riferita agli immobili di proprietà comunale/metropolitana quali per esempio: sede del Comune, uffici comunali, magazzini comunali, sede della Città Metropolitana di Genova e dei relativi uffici distaccati, scuola, biblioteca, museo, fontana e altro.
La tariffa, a metro cubo, per gli anni 2018 e 2019, è così articolata:

ANNO 2018

  • Servizio acquedotto € 0,148
  • Servizio Fognatura € 0,040
  • Servizio Depurazione € 0,108

ANNO 2019

  • Servizio acquedotto € 0,145
  • Servizio Fognatura € 0,039
  • Servizio Depurazione € 0,105

Non esiste il minimo impegnato, non esistono superi e la quota fissa è applicata, in funzione dei servizi resi di acquedotto, fognatura e depurazione, per lo scaglione di minor consumo degli usi non domestici. I Comuni mettono in atto tutte le azioni virtuose possibili al fine di eliminare eventuali sprechi.

Richiesta Tariffa comunale/metropolitana ad uso impianti sportivi

n particolare la Città Metropolitana ha approvato una tariffa apposita che riduce il costo dell’acqua pagata dai Comuni o dai gestori di impianti sportivi comunale o di interesse comunale del territorio metropolitano. La tariffa per la componente acquedotto è stata stabilita a € 0,1487 al metro cubo per l'anno 2018 e a € 0,1451 per l'anno 2019, mentre le altre due componenti, ossia quella per il servizio fognatura e quella per il servizio di depurazione, sono rimaste agli stessi valori delle utenze comuni.

Richiesta tariffa appezzamenti a difesa del territorio

La tariffa agevolata appezzamenti ha come obiettivo la salvaguardia e la cura del territorio e la difesa dello stesso dall'incuria e dall'abbandono.
E’ pari al 50% della tariffa “Uso Domestico Non Residente” per i vari scaglioni di consumo.

Richiesta Tariffa uso agricolo

E’ pari al 75% della tariffa base “Uso Domestico Non Residente” per i vari scaglioni di consumo e pertanto corrisponde ad una riduzione del 25% rispetto a tale uso. Questa tariffa è applicabile alla seguente tipologia di attività identificata nella categoria “Coltivatore diretto” (colui che coltiva il fondo con il lavoro prevalentemente proprio e di persone della sua famiglia – art. 1647 del Codice Civile).

Richiesta Tariffa uso frantoi

La tariffa uso frantoi è determinata in misura pari al 62% della Tariffa “Uso Domestico Non residente” e pertanto corrisponde ad una riduzione del 38% per tale uso. Questa tariffa è applicabile a coloro che svolgono attività di produzione di olio ad uso alimentare, con il lavoro prevalentemente proprio e di persone della propria famiglia, nonché delle cooperative agricole (sono richiamate per intero le disposizioni di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 2135 del Codice Civile).

Richiesta Tariffa uso zootecnico

E’ determinata in misura pari al 62% della Tariffa “Uso Domestico Non residente” e pertanto corrisponde ad una riduzione del 38% per tale uso. Questa tariffa è applicabile a coloro che esercitano l’allevamento del bestiame e/o attività di trasformazione del latte, con il lavoro prevalentemente proprio e di persone della propria famiglia (sono richiamate per intero le disposizioni di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 2135 del Codice Civile).

Riferimenti

Responsabile: Paolo Giampaolo
SezioneTelefoni
Segreteria+39.010.7410912
Attività tecnica+39.010.5499712 / 851 / 989 / 952 / 906
Attività amministrativa+39.010.5499933 / 851 / 953 / 855
Attività scarichi industriali in pubblica fognatura+39.010.5499724 / 879

Contattaci

Compilando questo modulo accetti il trattamento e la gestione dei dati immessi secondo quanto stabilisce il nuovo Regolamento Europeo (GDPR n. 679/2016) in materia di privacy e protezione dati personali. Per informazioni consulta la nostra privacy policy prima di inviare.